Dietro le quinte della collezione Giapponese. Il video

Eccoci qui, finalmente è pronto, un mini video della giornata trascorsa allo Studio Cromosoma con Marino e Cassie.

Loro sono abituati a questa routine, io sono arrivata in anticipo abbastanza emozionata accompagnata da Stefano che ha fatto queste riprese e il montaggio del video.

12142156_485962874908929_775336389_nNon sapevo bene cosa aspettarmi e cosa fare, se intervenire o mettermi in angolino senza disturbarli. Dall’altra ero curiosissima! La preparazione di Cassie, mi intrigava molto, non sapevo nemmeno che ci sarebbe stato un reparto trucco.

Per darle un aspetto orientaleggiante, le truccatrici  si erano documentate, facendo delle ricerche e avevano varie opzioni da proporre al fotografo, Marino Festuccia.

Lui intanto ha cominciato a ragionare sui fondi da usare, su cosa far indossare a Cassie e come impostare il servizio. Non tutto è venuto scontato, a volte uno ha un’idea e poi in fase di lavorazione ti rendi conto che non funziona o semplicemente non ti piace, allora si butta tutto e si ricomincia.

Ad un centro punto diventa come una maratona, ti sciogli, ti rilassi, il fiato l’hai trovato, le gambe reggono, e tu vai avanti senza perdere la concentrazione.

12139652_883041668469513_597893607_nIo mi sentivo un pesce fuor d’acqua, anche se ero la realizzatrice dei gioielli non sapevo bene come comportarmi in quel frangente, non volevo essere di intralcio e mi sono fidata della loro professionalità, poi Marino stesso mi ha coinvolto chiedendo il mio parere su alcune cose, fino a quando addirittura non siamo andati alla ricerca di qualche oggetto di scena in più.12080626_1635892756666693_2083305584_n

La sera verso le 10 finalmente abbiamo fatto gli ultimi scatti di still life, tra teiere e bacchette giapponesi, cercando la giusta angolazione per anelli, orecchini e ciondoli.
La giornata è stata lunga e faticosa, non so come facciano loro, ma il risultato ci ha ripagati di tutti gli sforzi, ora guardo le bellissime foto dei miei gioielli e sono felicissima del lavoro fatto da tutti.

Cose da fare! (edizione 2016)

BUON NATALEMaccccciaoooooo! E Buonanno e buonabbbefana e buon tutto!
No non ho bevuto tranquilli, solo che mi sono resa conto che non vi avevo salutati come si deve da qui, dal mio bloghettino piccino piccino, e quindi eccomi qui a farvi tutti gli auguri passati e presenti.
A questo punto una persona normale, inizierebbe con la lista dei buoni propositi per l’anno nuovo, sarò più ordinata, più precisa, a letto presto, programmo tutto, sveglia all’alba, vita sana eccc…
Ecco, siccome già tanti lo stanno facendo e ormai sono pure iniziati i saldi diciamo che ormai sono fuori tempo massimo e vi parlerò di fuffa!
Cioè di cose che sto facendo ma chissà quando mai le finirò (se le finirò) e voi se vorrete mi potrete dire tutto quello che vi pare in merito.
IMG_2709Dunque, sto preparando un video, spero che venga figo perché riguarda la nuova collezione orientale (spoiler! non dico di più).
Poi ho ancora da finire non so quanti pezzi della linea circuiti, e oltretutto ho diverse schede da smontare per poter ricavare altri pezzi.12038071_1155890597758631_3512681064063387132_n
Dovrei rimettere a posto lo shop, a questo proposito se vi compraste tutto vi sarei grata perché il casino on line corrisponde al casino nella mia camera/ laboratorio/ magazzino/ luogo creativo.

Sempre tra i progetti iniziati e ancora work in progress ci sono diverse cose che ho creato ma non inserito nello shop per vari motivi (non ho fatto le foto, o le ho fatte e sono orribili, o devo trovare il tempo di fare la post produzione) e quindi stanno pure quelli nel limbo.IMG_2890
IMG_5130 ritocco

Inoltre dopo il successo del nuovo packaging con la ceralacca, vorrei aggiungere nuovi dettagli alle confezioni, fare un timbro per le spedizioni (a proposito ieri cercando on line ho trovato questo gli “hanko” e mi sono innamorata) e per personalizzare alcuni elementi e così via.

Vorrei anche trovare, finalmente, un mercato dove proporre le cose dal vivo, ma per articoli come i miei non è facile, quindi continuo ad analizzare e visitare mercatini vari alla ricerca di quello giusto.
E poi ci sarebbero tante altre cose che come vedete più che una lista dei buoni propositi è una lista delle cose da fare mischiata a un po’ di vorrei ma non posso o vorrei ma non ora.

Voi come siete organizzati per questo 2016? Qual’è la vostra lista infinita di cose da fare? Se siete più organizzati di me accetto suggerimenti su come scandire tutto questo marasma di roba (si accettano solo consigli da persone che hanno una vita e di notte dormono! Astenersi stacanovisti!)? Cos’è che farete assolutamente quest’anno e cosa dovrete sicuramente rimandare a tempi migliori? Fatemi sapere ho bisogno di dritte!

CRAFT PARTY ROMA – Scatole

CRAFT PARTY ROMA – Scatole

Craft Party Febbraio 2014 Eccoci qui, reduci dal Craft Party di ieri. La parola che mi viene subito in mente per definirlo è “intenso”. Tante persone, tanti argomenti, tante cose da fare (forse troppe!?) e tante emozioni.

Il tema era apparentemente semplice, le scatole! Piacciono quasi a tutti, io per un po’ di tempo ho provato a collezionarle, poi la mancanza di spazio mi ha ostacolato.

 

riciclo

Ce ne sono di tante forme e materiali, semplici, elaborate e tante tecniche per realizzarle anche da soli, con carte pregiate o materiali di recupero (come il nostro corner con l’angolo del riciclo).

Marta con la big shoot e Paola con gli origami ce ne hanno mostrati alcuni esempi, insieme alla cartotecnica, che purtroppo abbiamo solo introdotto per mancanza di tempo. I ragazzi del FabLab hanno fatto delle dimostrazioni con il loro plotter da taglio, inevitabile poi dare una sbirciatina anche alle altre macchine che hanno nel loro laboratorio.

Tutti i partecipanti sono stati molto attenti e interessati, fin dall’introduzione di Isabella sulle spedizioni di grandi dimensioni a quella di Roberta su quelle piccole e fragili.

L’atmosfera era di grande collaborazione e molti pur essendosi appena conosciuti hanno collaborato per realizzare i progetti e aiutarsi a vicenda. Tra un dolcetto e una bibita poi tante domande, sulle tecniche, sui materiali, sui prossimi eventi, su Etsy, sull’Etsy Italia Team e sul FabLab.

A volte vorrei avere il tempo di chiedere a voi chi siete, cosa fate, quali sono le vostre passioni, cosa vi ha portato da noi, come possiamo migliorare, cosa vi piacerebbe fare e soprattutto ringraziare perché questo entusiasmo ci sprona a farne ancora e ancora, quindi……………al prossimo Craft Party.

Scatole EIT CP 2014

Non rompetemi le Scatole!

Non rompetemi le Scatole!

Ciao ragazzi,

da quando ho aperto lo shop su Etsy  le cose che ho dovuto imparare e migliorare sono state molte e molte ancora ne mancano, tra queste le confezioni. Continuo a vagare tra negozi di articoli da regalo e cartoleria alla ricerca della confezione perfetta per le mie creazioni.

Da qui è nata l’idea di chiedere a chiedere a chi ne sapeva più di me e visto che non sono l’unica ad avere questo problema, di coinvolgere anche altre persone.

Detto fatto ho contattato la capitana del mio team, l’Etsy Italia Team (eh già su Esty ogni team ha il suo, e la nostra ovviamente è la migliore!) per proporle l’idea di un workshop o come piace a noi, un Craft Party a tema Scatole!

Cos’è un Craft Party?

OLYMPUS DIGITAL CAMERAE’ una festa ed è un modo per conoscere altre persone con la passione per l’handmade, incontrarsi (magari facendo nascere nuove idee e collaborazioni, è stato ad un Craft Party che abbiamo conosciuto Stefano, il presidente di Roma Makers) e fare due chiacchiere mentre si possono seguire dei mini-workshop per la realizzazione di facili progetti creativi. Si crea, si chiacchiera e ovviamente si mangia e beve, come ad ogni party che si rispetti.

 L’idea è stata subito accolta con entusiasmo e il secondo step è stato cercare qualcuno che masticasse di carta e cartone, ma per fortuna nel nostro team abbiamo tante professioniste e così abbiamo trovato Marta e Paola, che subito hanno sciorinato una lista di proposte da cui è nato un bellissimo progetto.

Il tutto è stato completato dai nostri amici del FabLab Roma Makers che ci hanno offerto ospitalità nella loro sede e il loro fantastico plotter da taglio per dimostrare che ormai anche la tecnologia è a portata di mano di chiunque abbia la curiosità sufficiente.

Da tutte queste professionalità è scaturito un bellissimo programma, molto più di quanto mi potessi aspettare quando pensavo alle mie scatoline e quindi il 15 febbraio finalmente faremo festa!!!

spedizioni-nazionali-internazionali1373550259Il craft party  si dividerà in due fasi, una breve parte teorica sulle spedizioni a cura di Roberta e Isabella di EtsyItaliaTeam  con informazioni e consigli pratici sulle spedizioni di oggetti grandi e piccoli in Italia e all’estero.

La seconda riguarderà la realizzazione di scatole e scatoline utilizzando tre diversi sistemi. Il primo usando cutter e tanto olio di gomito per chi ama destreggiarsi con le lame, i partecipanti potranno realizzare due scatole di piccole dimensioni utilizzando due tecniche diverse: partendo da un foglio di cartoncino o di acetato con le tecniche del cartonnage, oppure con un solo foglio di carta ripiegato secondo i modelli dell’origami. Saranno inoltre mostrati alcuni modelli di scatole e custodie realizzate in cartotecnica.

Craft Party

Il secondo ci spiegherà l’uso della fustellatrice Big Shot per realizzare packaging: tag, bustine e scatole fustellate da personalizzare con il proprio logo o da decorare. 

Infine Plotter à go go dove i ragazzi di Roma Makers ci mostreranno l’impiego del plotter da taglio con soluzioni per packaging di piccoli oggetti in cartoncino o in acetato. Partendo dai modelli proposti i partecipanti potranno realizzare il proprio packaging personalizzato.

Quindi correte a prenotarvi, l’appuntamento è Sabato 15 febbraio 2014 dalle 15.00 alle 18.30 presso l’Associazione Culturale Officine Roma Makers APS – Onlus; Via Frediani, 50A, 00154 Roma

Maggiori informazioni su materiali e iscrizioni qui: http://craftpartyroma.blogspot.it/2014/01/scatole.html

1394356_10202141067466066_734902751_n

Come fare una white box da soli gratis

Come fare una white box da soli gratis

Cari amici , molti di voi che mi seguono da tempo hanno visto l’evoluzione delle mie creazioni, nei materiali, nelle tecniche e anche nelle foto. Senza andare a spulciare negli orrori passati, sappiate che tutto è sempre stato fatto da autodidatta ( a parte il corso Tiffany) ivi compreso realizzazione di questo blog, apertura dello shop su Etsy, foto e articoli vari.

Oggi vorrei semplicemente spiegare come, dopo 4 anni di foto in balcone, al freddo e al gelo, con dei cartoncini Bristol, di colori più o meno improbabili ho deciso di costruirmi una white box.

Premetto che ne esistono in commercio di belle, professionali e a prezzi più o meno accessibili. Ma io ne volevo una “gratis” e che potevo richiudere e “ficcare” tra l’armadio e il muro della mia camera.

Quindi ho fatto così:

1) Ho rimediato una scatola, questa che ho usato io l’ho conservata dopo l’acquisto del seggiolino per mio nipote perchè era bianca e mi avrebbe risparmiato un passaggio.    OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

 

 

 

 

 

 

 

2) Ricordando che a noi serve una scatola bianca dentro cui fare le foto ho l’ho aperta e capovolto l’esterno con l’interno. 

OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

3) Quando finalmente la scatola è capovolta taglio tre finestre sui lati e sul soffitto della scatola.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

 

 

 

 

4) Chiudo le finestre con carta da forno, incollandole mettendo della colla stick sui bordi delle finestre, e il nastro carta esternamente. L’importante è che all’interno sia tutto bianco.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

 

 

 

 

 

 

 

5) Tolgo tre linguette da un lato e chiudo quelle dall’altro usando del nastro carta perché voglio poterle riaprire e appiattire la scatola per riporla in poco spazio. OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

 

 

 

 

 

 

 

6) Ora posizionate le luci esternamente mettete un cartoncino internamente in modo da non far vedere gli angoli e scattate.

7) Questo è il risultato, per ritoccare e togliere quello che non volete far vedere usate un programma di fotoritocco, io che non sono capace uso questo, che è gratis, semplice e si usa on line http://www.picmonkey.com/

Ciao a tutti!