ACCESSORI - Accessories Bigiotteria - Costume jewelry Bracciali - Bracelets Catene - Chains Ciondoli - Pendants Collane - Necklaces Consulenza a domicilio Orecchini - Earrings TUTORIAL

Ti spiego come mettere in ordine i tuoi gioielli e usarli tutti!

Si parla di decluttering ti avviso! Si ti avviso perchè c’è gente che adora la parola, il concetto la filosofia e come avrai visto invece ci sono state sollevazioni popolari contro Marie Kondo per il nuovo programma che ha fatto.

Nei gioielli l’accumulo compulsivo è molto facile, sia perchè la bigiotteria è una “cosina piccola che vuoi che sia per 2 euro lo prendo!” sia perchè in Italia e nei paesi cattolici, il gioiello e il donarlo è legato ai vari momenti che scandiscono la vita di ogni persona. Al battesimo ricevi dei gioielli, specialmente dal padrino e dalla madrina, alla comunione altri, alla cresima altri ancora. E visto che sono di valore, non si buttano mai (giustamente aggiungo io!). 

Quindi fin da piccoli iniziamo ad accumulare un piccolo tesoro. Crescendo sviluppiamo dei gusti personali, e acquistiamo altre cose o le riceviamo in regalo, magari non sempre di metalli preziosi spesso presi d’impulso in un negozio che vende un po’ di tutto, dall’abbigliamento alla bigiotteria, compresi saponi profumati e borsette carine.

 

via GIPHY

 

Foto fatta durante un decluttering

Però tutto questo cosa comporta? Che tu hai zone della tua casa, cassetti, scatoline ecc.. piene di “cianfrusaglie” che non usi, sporche, rovinate, abbandonate, dimenticate anche. Come il pinguino di Toy’s Story in cima allo scaffale.

Il decluttering fondamentalmente serve ad evitare questo, e ad entrare in una disposizione mentale in cui si tiene quello che serve davvero, ma a quel punto lo scopo è anche di usarlo sempre e senza fatica.

 

Io che sono una pigra cronica ed odio, odio, odio mettere a posto ho i gioielli in ordine e a portata di mano da due anni, li uso quotidianamente e ogni cosa che acquisto ora è ponderata e utilizzata.

Non ho più cose abbandonate, rotte o sporche, tutto è a portata di mano e facile da rimettere a posto! 

Ti spiego come fare un decluttering/riesumazione dei tuoi gioielli

  1. prendi tutto quello che hai, tutto quanto e mettilo sul tavolo, o sul letto o sul pavimento su un telo, un lenzuolo, (qualcosa che non faccia scappare i pezzi piccoli e sporcare la superficie dove li metti), svuota cassetti, svuotatasche all’ingresso, la scatolina dei tappini in cucina, il portagioie sul comò, l’angolino segreto dietro l’armadio, controlla tasche, borse, cappotti. Tutto!!!
  2. Paura eh! Ok, lo so, non pensavi di avere tutte queste cose ma è così e l'”esercizio” serve anche a questo. Scegli come vuoi suddividere e preparati dei contenitori provvisori o degli angolini del tavolo dove mettere le varie categorie. Io ti consiglio di dividere per tipologia quindi in anelli, collane, bracciali, orecchini. Aspettaaaa!!! Non è che prendi e fai dei mucchi! No, no, no! Ogni pezzo che metti nel suo angolino/scatolina dovrà avere senso!
  3. Il momento della scelta. Si devi scegliere e decidere cosa accadrà ad ogni pezzo. Quindi prendi dal super mucchio centrale un gioiello alla volta e valutalo. Cosa devi tenere in considerazione? Intanto come dice Marie Kondo, cerca di capire se ti emoziona ancora, se ti piace, se lo usi o no, e se no perchè?
    1. Non lo usi perchè non è il tuo stile? Ha senso tenerlo ancora? Puoi modificarlo per renderlo più adatto a te? (se rispondi si sappi che nel giro di una settimana devi rimodernarlo, se già sai che non lo farai scartalo)
    2. E’ sporco e quindi non ti piace più metterlo? Crea una sezione, gioielli da pulire e appena hai finito di selezionarli tutti li pulirai seguendo le istruzioni di questo post.
    3. E’ un ricordo? Io qui sono meno drastica di Marie Kondo, capisco che è difficile staccarsi dai ricordi, valuta se questo ricordo è bello o no, se ha ancora senso tenerlo solo per quello (magari è l’anellino di ferro del tuoi fidanzatino delle elementari) e se decidi di tenerlo, ma non metterlo, crea una scatola dei ricordi e mettilo insieme a cartoline, fotografie ecc.. in ogni caso toglilo dai gioielli.
    4. Te lo hanno regalato ma non è il tuo genere? Se puoi fare qualcosa per adattarlo come nel punto 1 ok, altrimenti sii grata del regalo e poi trovagli un altra collocazione, puoi donarlo o più cinicamente venderlo se ha valore e acquistare qualcosa che ti rispecchia, per avere comunque un ricordo di chi ti ha fatto il primo regalo. La vita è troppo breve per mettere cose che non ci piacciono.

      via GIPHY

    5. E’ prezioso e hai paura di perderlo. Nelle grandi città c’è la paura di essere scippati e in generale di perderli. L’opzione è indossarlo in contesti sicuri, quando sei con altre persone che conosci, a casa di amici, se non torni a casa da sola o se non devi fare strade poco sicure. Indossalo in quelle occasioni e goditelo.
    6. E’ prezioso ma ha uno stile non adatto a me. Di per se è una cosa bella ma più persone mi fanno obiezioni su questo argomento, io stessa non indosso mai cose in oro. Non ti senti a tuo agio con quelle cose, o sono “antiche” e non ti ci trovi. OPZIONE 1. Valuta l’ipotesi di venderlo per ricavare qualcosa OPZIONE 2.  portarlo da un orafo e fallo rimodernare o con quei matriali (se è d’oro o con delle pietre) farti fare un gioiello più adatto a te. OPZIONE 3. Prova ad indossarlo in maniera diversa, abbinandolo con cose particolari, cambiandogli uso, magari se è una catenina d’oro con un ciondolo cambia il ciondolo, usa solo la catenina e il ciondolo mettilo su un bracciale con altri charms, mettici insieme altre collane che ci stiano bene. In questo caso il valore economico vieta di buttarlo non si sa mai nella vita.
    7. Ti piace ma non sai come abbinarlo e quindi non riesci a metterlo? Prova ad accoppiarlo con qualcosa dello stesso colore o dello stesso stile, guarda che effetto ti fa, apri l’armadio e i cassetti e vedi se ci sono capi dello stesso stile. Per cominciare vai per analogia è più semplice. E’ inutile inventarsi cose strane all’inizio, prima vai sul sicuro, poi piano piano però inizia a sperimentare. Se si tratta di collane sicuramente ti sarebbe utile il mio scaricabile gratuito che regalo a chi è iscritto alla mia newsletter, dove do tanti suggerimenti. Ma se navighi nel mio blog puoi trovare tanti spunti in base alla tipologia di gioiello (braccialetti, orecchinicollane,) o ai colori da abbinare insieme. Se ti piace davvero ti dico, dagli un’altra possibilità, questo esercizio di decluttering ti sarà utilissimo vedrai.
    8. Ti piace tanto ma poi cosa penseranno gli altri? Altra variante è “Mi piace da morire, ma …mi sta bene?” Si tesoro se ti piace sicuramente ti sta bene, ma se non ci credi, vai allo specchio e guardati con e senza. La vedi quella scintilla? Io la vedo perchè so che quando indossi una cosa che ti piace e ti da gioia il tuo viso e i tuoi occhi si illuminano. La vedi quella cosina all’angolo della bocca? No, non è una ruga e nemmeno un erpes tranquilla, è un sorriso! Ed è merito di quel gioiello, quindi “HAI IL MIO PERMESSO DI METTERTI QUELLO CHE TI PIACE!”. Ok! Meglio ora?

      via GIPHY

    9. Mi piace ma è scomodo, grande, lungo, sbatto, inciampo, si aggancia ecc…alt! Fai un bel respiro! Ti ricordi quando hai imparato ad andare sui tacchi? E in bicicletta? O a prendere l’autobus giusto? A camminare? E’ tutta questione di provare, provare, provare provare eccc. finchè non ti sarai abituata. Magari pondera le occasioni in cui metterlo, almeno le prime volte, scegliendo quelle a più basso rischio di “incidente” e leggi questo post.
    10. E’ rotto! Beh che aspetti, aggiustalo, o portalo ad aggiustare, mettilo nel mucchio dei gioielli da sistemare. Entro la settimana attivati per rimetterlo a posto. Come fare? Cerca un tutorial su youtube, vai da un orafo, trova una persona che conosci che sappia farlo, sii creativa.
    11. Si è perso qualcosa. Un paio di orecchini scompagnati, o senza la farfallina dietro, o la catenina che aveva il ciondolo e ora non più, o il ciondolo per cui non hai la catenina. No problem! Intanto se sono d’oro d’argento o preziosi, non si buttano, MAI!!! Se sono bigiotteria che non vale molto e di cui non ti interessa, devi solo capire in quale parte della differenziata buttarlo. Se ti diletti di fai da te, puoi smontare e riutilizzare, se manca la farfallina, le puoi trovare in commercio anche on line (fai una scorta si perdono sempre) oppure quando hai finito di selezionare tutto, guarda sul telo che hai steso, potresti trovare “bricioline” utili, conservale. A me gli orecchini piacciono anche scompaganti, le catenine sono sempre utili per appendere i ciondoli anche se non fanno parte della parure originale e coi ciondoli puoi fare mille cose, metterli sui bracciali, negli orecchini a cerchio, su nastrini di raso, lacci di pelle o di nappa, cordini di caucciù ecc..
  4. Ora dovresti avere diversi mucchietti: le cose che tieni divise per categoria (anelli, bracciali, collane, orecchini ecc…), il mucchietto delle cose sporche che pulirai subito, il mucchietto delle cose da sistemare, il mucchietto dei ricordi che però non metti, il mucchietto delle cose da togliere perchè no, proprio no.
  5. L’organizzazione dei gioielli. Questo argomento meriterebbe un post a parte e lo farò al più presto ma intanto sappi che per far si che questo lavoro che hai fatto sia funzionale all’usare nuovamente e con gioia i tuoi gioielli devi seguire delle regole:
    1. Tieni i gioielli divisi per genere, collane, anelli, bracciali, orecchini e non mischiati.
    2. Suddividili a loro volta per stile e/o colore. Ad esempio quelli d’oro vicini tra di loro, e per sfumatura, quelli sul rosso, divisi da quelli blu, da quelli verdi ecc… Questo ti semplificherà gli abbinamenti per colore.
    3. Fa che siano visibili a colpo d’occhio tutti insieme. Se devi aprire scatola per scatola o tirarli fuori da una serie di cassetti e scatoline non li userai mai al massimo delle possibilità.
    4. Appendi le collane in vetricale, così non si formeranno nodi e vedrai subito le varie lunghezze. Di mattina ti velocizzerà la scelta di abbinamento in base a come sei vestita.
    5. Se non ce l’hai crea un porta anelli che li tenga separati, non buttarli tutti insieme, puoi usare una delle scatoline che hanno la gommapiuma e fare dei tagli e infilarci gli anelli in verticale con il davanti in vista, così li vedrai subito tutti insieme, inoltre così evitarai che quelli più duri (diamanti) possano graffiare quelli delicati (perle, coralli ecc…)
    6. I bangles rigidi mettili in una scatola tutti insieme, vicini in verticale, non uno sopra l’altro. Per i braccialetti morbidi se puoi appendili vicini agli altri.
    7. Gli orecchini, appendi quelli lunghi con le monachine, e crea un sistema di gommapiuma e tagli (come per gli anelli) dove mettere gli altri.
    8. L’ideale sarebbe che tutti fossero protetti da polvere e sporcizia, ad esempio in un cassetto o un espositore che si può chiudere, ma che siano facili da prendere e rimettere a posto al volo. Per usarli con facilità e tenerli in ordine.
      Questo è il mio portagioie realizzato con una scatola di legno e dei gancetti suddiviso per categorie, tutto è a portata di sguardo facile da prendere e rimettere a posto, e si richiude per proteggere i gioielli.

       

  6. Le cose da sistemare: come ti ho detto, dopo aver ripulito e messo a posto i gioielli, occupati dei gioielli rotti. Procurati delle pinze piccole a punta e ricurve, le trovi sia on line, ma anche nei negozi di bricolage e nelle ferramente (pure dai cinesi tiè!) e usale per aprire e chiudere anellini, raddrizzare robe storte e riattaccare cose staccate. Se hai collane di perle o in pietre naturali da reinfilare, trova qualcuno bravo che lo sappia fare, ne vale la pena. Recupera i pezzi da quello che non puoi aggiustare, ad esempio chiusure di bracciali o gancetti di orecchini.
  7. Le cose da togliere, e dico togliere perchè non necessariamente dovrai buttarle. Hai varie opzioni, trova uno swap party dove scambiarle, o organizzalo con le amiche. Regalale a chi sai potrebbero piacere, o ad un ente che ci possa ricavare qualcosa per beneficenza, se sono di plastica e legno puoi darli a qualche bambina che conosci per giocarci. E se sono di metallo scadente e rovinatissime, oh, allora via, nella spazzatura.
  8. Le cose che rimangono. Ora ci sono altre cose, che restano, nel telo, i ricordi e le cose preziose ma che non vuoi usare. Per i primi trova una scatolina carina dove raccoglierli e mettili separatamente dai gioielli, ma con altri ricordi come foto, cartoline, vecchi diari segreti ecc… Le cose preziose devi fartele valutare e decidere se metterle via come “tesoretto” di emergenza, come eredità per i discendenti (è una opzione!) o farle rimodernare o cambiare completamente. Nei primi due casi sistemali nelle loro scatoline e valle a mettere nel tuo nascondiglio segreto o nella cassetta di sicurezza, tanto non ti servirà averli a portata di mano, nell’ultimo inizia ad informarti su orafi che fanno questi lavori, guarda se ti piace il loro stile e poi consultati con loro su come rinnovare le tue gioie.
  9. Nel telo potrebbero esserci delle bricioline, e in mezzo potresti trovare perline o brillantini sperduti, anellini mezzi aperti, qualche gancetto di orecchino o braccialetto. Tieni quello che può essere utile, ricolloca quello che riconosci come pezzo di qualcosa e butta il resto.
Tutto in ordine a vista e occupa anche meno posto

Brava! Guarda che bel lavoro che hai fatto, fagli una bella foto, e vantati con le amiche perchè te lo meriti.

Se questa cosa ti sembra troppo complicata da fare da sola a brevissimo uscirà la mia consulenza a domicilio per aiutarti, iscriviti alla mia newsletter subito per ricevere l’edizione speciale e poterti prenotare con un prezzo lancio.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *